Una precisazione al direttore di “Noi vastesi”

Gentile direttore,
buona. Molto buona la scheda di Spadaccini su Gaetano Crisci. Una documentazione di prima mano sull’ attività artistica del tenore di origine vastese attraverso cui viene restituita una pagina sconosciuta della lirica italiana preunitaria. Una sola osservazione che serve a emendare un semplice dato di localizzazione (di cui non è responsabile Spadaccini, ma la fonte che ha utilizzato). Gaetano Crisci non nasce a Vasto ma a Rapino (Ch), il 29 maggio 1804. Lo Stato della popolazione conservato nella Concattedrale di S. Giuseppe documenta gli stati di famiglia di metà Ottocento e ha lo stesso valore degli atti di stato civile.
La madre di Crisci, Mariangela Contini, nasce a Fossacesia, il 3 novembre 1770. Sposa Giovan Battista Crisci, sempre a Fossacesia il 29 maggio 1796. Giovan Battista, dal canto suo, nasce a Vasto il 28 ottobre 1766. Per mortivi di lavoro – Giudice della Gran Corte Criminale di Chieti fino al 1820 – è sempre in attività nella Provincia. Morirà a Reggio Calabria (e non a Catanzaro, come afferma Marchesani) il 14 ottobre 1839 (e non alla fine del 1838, come scrive sempre Marchesani).
A Fossacesia Giovan Battista conosce donna Mariangela e lì la chiede in moglie ai genitori Giovanni e Placidia Desiati. Proprio in ragione degli spostamenti del padre, Gaetano Crisci nascerà a Rapino.
E’ tutto leggibile nel documento che allego. La data del matrimonio è indicata trasversalmente sul lato a sinistra. Gli asterischi indicano i nomi del padre e della madre di Crisci. Rientrati sono quelli dei nonni paterni e materni. In basso, quello del nostro Gaetano.

Cordialità

Luigi Murolo

crisci

I commenti sono chiusi.