Documento per un amico

di Luigi Murolo

 

All’amico Francesco Spinola faccio omaggio della foto di questo documento casualmente rinvenuto tra le carte dell’Archivio Storico Comunale di Vasto. Si tratta della cedola con cui il marchese Tommaso d’Avalos nomina Michele Bernardini (1773-1853), avo materno di Francesco, governatore della città di Troia in Capitanata. Di là dal valore affettivo per l’amico, il diploma ha importanza per capire il modo in cui l’XI Marchese del Vasto, già in data 18 novembre 1805, si preparava a tutelare i suoi interessi feudali prima della fuga a Palermo che, al seguito di Ferdinando IV di Borbone, sarebbe avvenuta il 23 gennaio 1806. E ciò prima del ritorno a Napoli dei francesi di Giuseppe Bonaparte, il 14 febbraio dello stesso anno.
La scelta del Bernardini aveva una ragione politica importante. Non tanto per il fatto che il personaggio fosse l’agente generale del D’Avalos. Ma per il fatto che il fratello maggiore di Michele, Gaetano (1763-1829), era stato il presidente della Municipalità di Vasto nel 1799. Con i francesi, dunque, durante la rivoluzione napoletana del 1799. Come dire, una sorta di garanzia per i bonapartisti.
È questa una storia tutta da scrivere (ma non rientra nei miei attuali interessi di studio). Ritengo, però, utile poter comunicare al vecchio amico un documento che riguarda la sua famiglia.

image 002

I commenti sono chiusi.